Bill Gates lascia la Microsoft

LA GUIDA ADESSO TOCCA A BALLMER, COMINCIA LA SFIDA A GOOGLE

Bill Gates lascia la guida di MicrosoftÈ arrivata anche per lui l’ora dell’addio: dopo 33 anni di Microsoft, Bill Gates, il cofondatore e timoniere del colosso di Redmond, lascia oggi il posto a Steve Ballmer, lo storico numero due, che diventerà amministratore delegato. Toccherà a lui dimostrare che Microsoft gode ancora di un’incontrastata egemonia.

Secondo gli analisti infatti, l’era Microsoft si è chiusa ormai da diverso tempo e il re della nuova è Google: una tesi che sembra difficile da dimostrare se si guarda agli utili che il colosso dell’informatica continua a macinare di anno in anno, ma che gli operatori del settore sembrano sposare appieno.

«L’era Gates è già finita. Oggi Google è l’azienda che più rappresenta il settore» high-tech, sostiene Mitch Kapor, fondatore di Lotus. La Silicon Valley incarna più e meglio l’idea del comparto tecnologico, nel quale Microsoft, nonostante i suoi sistemi continuino a giocare la parte del leone girando su oltre un miliardo di pc, non è più un «gorilla». Quando il guru delle web start-up ha chiesto, qualche tempo fa, a un giovane imprenditore se fosse intimorito da Microsoft, questo lo ha guardato attonito, riferisce lo stesso Graham che nel 2007 ha scritto un essai dal titolo «Microsoft è morta».

A sostegno della propria tesi, gli analisti portano alcune delle ’ferite’ del gigante informatico: il crollo delle azioni registrato negli ultimi anni e la «disastrosa» ultima versione di Windows, Vista. E poi c’è Google: rispetto a Mountain View, la società di Gates sembra piccola, precisano gli operatori ricordando il recente braccio di ferro su Yahoo! per creare una società in grado di competere ad armi pari con il primo motore di ricerca al mondo.Questa pressione, per Gates, sembra normale: «Ogni anno della nostra esistenza abbiamo dovuto affrontare sfide , e questo è la parte più eccitante che c’è in un’attività che cambia molto rapidamente. Non sarebbe divertente se non ci fosse sempre del rischio», spiega Gates in un’intervista a Newsweek.

E quindi, una volta uscito di scena, Gates non si limiterà a fare il filantropo nella sua Bill&Melinda Gates Foundation. Mr. Microsoft si dedica alla ricerca, ai computer del futuro, a software sofisticati e interattivi che semplificano le interfacce utenti e che consentiranno tra qualche anno di far completamente a meno di mouse e tastiere. L’idea è quella di mettere a punto sistemi molto più semplici ed immediati di interazione uomo-macchina, ricorrendo alle tecnologie di Tablet Pc mutuate dai palmari e già usate da Apple.

Microsoft ha già presentato pubblicamente alcuni di questi prodotti dell’informatica: a una recente conferenza di alta tecnologia, lo stesso Bill Gates ha mostrato un assaggio del `multitouch’ in versione Windows che apparirà nel 2010: Windows 7 svilupperà una tecnologia simile a quella che Apple usa per l’iPhone.
Fonte: lastampa.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: