Video dell’incidente dell’MD-82 della Spanair

Sono 153 Vittime del low-cost. Uno Steward italiano tra le vittime

Ciò che resta della coda dell' aereo

Ciò che resta della coda dell' MD-82

Ancora ignote le cause del terribile incidente dell’MD-82 della Spanair che ha causato 153 vittime tra cui ilo Steward quarantunenne italiano Domenico Riso. Si pensa ad un motore andato in fiamme, l’aereo che si è spezzato prima del decollo, ma un’ idea già da subito possiamo ipotizzarla….. Il low Cost a tutti i costi? E quando la sicurezza viene sacrificata per i bilanci, mi viene in mente solo una parola…….

Vergogna!

Sotto il video inedito di El Pais del 19 settembre 2008

19 Responses to Video dell’incidente dell’MD-82 della Spanair

  1. Massimiliano Agati scrive:

    Non mi sembra molto “L’informazione”….prima regola pensare, documentarsi e poi scrivere: la compagnia “Spanair” NON è una low cost!! In ogni caso low cost NON vuole dire “LOW SECURITY”. Le compagnie aeree in generale non risparmiano MAI sulla manutenzione perchè alla fine dei conti vorrebbe dire spendere ancora di più. Infondere tra la gente fobie inutili è quanto di più sbagliato si possa fare…!!….Informarsi prima di scrivere a caso, grazie…!! In ogni caso grande cordoglio e commozione per le vittime….

  2. CodiceAscii scrive:

    da Europelowcost.com:
    Tipologia compagnia aerea : LOWCOST
    http://www.europelowcost.com/compagnie_aeree/spanair.aspx

    da ilsole24ore.com
    La stessa Spanair, operatore low cost spagnolo di proprietà della scandinava Sas, ne aveva 35……
    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Mondo/2008/08/md82-scheda-aereo.shtml?uuid=75909654-6ed0-11dd-be5e-d83a34684880&DocRulesView=Libero

    da lunionesarda.it
    Spanair: una low cost dal fatturato record
    http://unionesarda.ilsole24ore.com/dettaglio_nel_mondo/?contentId=38347

    Credo 3 Fonti attendibili, in conclusione mi unisco a te per il cordoglio a tutte le vittime.

  3. Walter P. scrive:

    Si Spanair era low cost… Ma questo non vuol dire nulla, i controlli sull’aereo erano stati fatti poco tempo fa, a quanto ho sentito!

  4. Alessandro scrive:

    Mi dispiace per voi ma Spanair NON è una low cost, è una compagnia aerea di dimensioni non indifferenti che fa parte del network mondiale Star Alliance (Lufthansa, United, Air Canada, …). Un network come Star Alliance non accetterebbe mai una low cost come partner.
    JKK 5022 era pure in code share con Lufthansa.

    Questo è il modo migliore per distruggere una compagnia e tutti i suoi onesti lavoratori.

    Prima di sparare accuse a zero aspettiamo l’esito dell’inchiesta.

  5. CodiceAscii scrive:

    @Walter P.

    L’aereo aveva passato l’ultima revisione a Gennaio di quest’anno. Credo che non sarà certo un incidente (per quanto drammatico sia stato) a distruggere una compagnia. Non mi sembra che nessuno abbia sparato accuse a zero a Spanair.
    Aspettiamo l’esito dell’inchiesta.

  6. Alessandro scrive:

    Bah, il tuo “Vergogna” sarà generalizzato sul low cost, ma nel contesto a me è sembrata un’accusa proprio nei confronti di Spanair.

    Purtroppo per come si stanno comportando i media c’è un grande rischio per Spanair in questo momento.

    Da passeggero come reagiresti se cercando informazioni su una compagnia sui siti di testate autorevoli trovi:
    – Questa compagnia è una low cost (falso)
    – Le low cost non fanno manutenzione (non voglio dire falso al 100%, ma da come la dicono i giornalisti sembra che si voli su delle carrette)
    – L’aereo aveva già tentano il decollo 2 ore prima ma era rientrato per un problema al motore ma è stato fatto ripartire lo stesso (non è vero, è tornato al gate ancor prima di avvicinarsi alla pista per un problema estraneo al motore)
    – e tante altre cose…

    Con tutto questo non voglio dire che Spanair non abbia assolutamente colpe, solo l’inchesta potrà fare chiarezza, purtroppo le inchieste sono lunghe e se nel frattempo Spanair verrà screditata completamente dai media potrebbe essere tardi.

    Io inviterei tutto a leggere questa lettera (soprattutto ai giornalisti):
    http://www.ilvolo.it/index.php/200808211133/Comunicazioni-Annunci/Lettera-aperta-sull-informazione-in-tema-aeronautico.html

  7. GimmyFDD scrive:

    Diciamo che c’è molta ignoranza nel settore…le tue accuse oltre ad essere prive di fondamento sono sopratutto prive di cultura che è peggio, comunque lavorando nel cuore di una low cost ossia il flight dispatch department posso darti qualche nozione in piu: l’aereo per rispettare gli standard europei oltre alle manutenzioni straordinarie viene sottoposto ogni mese a tre diversi tipi di controlli severissimi: il primo e la monthly eseguita per l’appunto una volta al mese ed è la piu approfondita poi vi è la weekly una volta a settimana e the last but not the least la giornaliera…ogni giorno l’aereo lo controlliamo tutto e se qualcosa e danneggiato o malfunzionante controlliamo su un manuale fornito dalla casa costruttrice che si chiama MEL acronimo di Minimum Equipment List e in pase a quanto scritto li l’aereo viene dichiarato AOG o dispacciabile (AOG = Aircraft on Ground) ora non mi dilungo su tutte queste cose tecniche comunque sia piuttosto che mettersi sul piedistallo e fare critiche ignoranti direi che è meglio provare dispiacere e cordoglio per le vittime e i parenti…il resto si vedra..

  8. Antonio scrive:

    Confermo che Spanair NON è una low-cost. Low cost semmai è una buona parte dei giornalisti italiani. Spanair è una compagnia nata come charter e diventato un operatore di linea, mantenendo la sua vocazione turistica originaria. E’ di proprietà al 100% di SAS ed è partner dell’alleanza Star Alliance, di cui fanno parte anche Lufthansa, SAS, United e molte altre. In ogni caso le low cost, che non a caso in inglese si chiamano no-frills (niente fronzoli), risparmiano su costi “accessori” come giornali, pasti, servizi aeroportuali (usando i bus anzichè i fingers), rete di vendita (web e call center, anzichè agenzie), aeroporti (quelli più piccoli hanno costi inferiori ai grandi), ma MAI sulle manutenzioni. Anzi generalmente le low cost hanno aerei più nuovi perchè consumano meno. Basta dare un’occhiata ai siti delle compagnie low cost per scoprire che nessuna ha in flotta i vecchi e voraci MD-80.

    Mi unisco al cordoglio per le vittime.

  9. Mak scrive:

    Mi chiedo come sia possibile pubblicare notizie di questa bieca e infima fattura.
    Giustamente come qualcuno ha già detto bisognerebbe informarsi e conoscere prima di parlare e pretendere di informare altri che non sanno o non sono edotti nella materia di cui stanno leggendo.
    Inoltre l’aeronautica è una materia delicata come complessa è la fisica e la meccanica sulla quale si basa il funzionamento di velivolo di qualsiasi tipo.
    Quindi evitiamo di dare le solite notiziole sceniche, tipo “la manutenzione non è stata fatta”, “il pilota non era addestrato”, “l’aereo era troppo vecchio”, “le scatole nere (che poi di chiamano flight data recorder) riveleranno cosa è successo”.

    Diversamente potresti provare a scrivere una bella notizia cercando chi ha fatto la l’ultima manutenzione a quell’aereo, ne pubblichi i nomi e cognomi, scrivi che è tutta colpa loro perchè a dir tuo sono incapaci così poi ti si fa assumere in qualche agenzia di investigazione aeronautica.

  10. CodiceAscii scrive:

    @mak
    Quote
    ……tipo “la manutenzione non è stata fatta”, “il pilota non era addestrato”, “l’aereo era troppo vecchio”, “le scatole nere (che poi di chiamano flight data recorder) riveleranno cosa è successo”.

    Dove le hai lette queste illazioni? Non qui.

  11. blackzun scrive:

    perdonami…ma a me sembra una vergogna mettere come immagine del proprio blog quella di una disgrazia, indipendentemente se la colpa è di una o di un’altra persona.

  12. CodiceAscii scrive:

    Chi visita il mio Blog periodicamente sà che la testata da qualche tempo, viene cambiata quasi ogni giorno in base alla notizia più importante del momento. Come se fosse una prima pagina…..
    Questo il link delle testate
    https://linformazione.wordpress.com/le-testate/

  13. Mak scrive:

    @CodiceAscii

    ..scusa tanto…sbaglio o nell’articolo hai scritto questo….

    “un’ idea già da subito possiamo ipotizzarla….”

    “E quando la sicurezza viene sacrificata per i bilanci…”

  14. Frenko scrive:

    Aspettiamo l’esito dell’inchiesta, i commenti a priori sono parole al vento di nullo valore. Quanto alle Low cost il risparmio non è certo sulla manutenzione, anche se poi nulla esclude che qualcuno che fa il furbo ci sarà pure.

  15. giulz scrive:

    Spanair NON è una low-cost.
    E comunque, anche sulle “high-cost” (..che la maggior parte dei benpensanti,disinformati,ignorantelli e tradizionalisti amano) possono succedere cose simili e/o peggiori…
    Per i giornalisti: SIETE VOI LO SCANDALO!!…io sono un pilota, e “rabbrividisco” nel leggere le ca**ate che propinate sempre in materia di aeroplani…e pensando a tutte le ALTRE notizie che date su materie che non conosco…!!

  16. CodiceAscii scrive:

    @Mak
    Ma la sicurezza di un volo non vuol dire necessariamente non aver fatto manutenzione nel periodo stabilito dai controlli di routine. Potrebbe succedere che in fase di decollo ci sia un problema e magari si “forza” il volo perchè questo “problema” non viene ritenuto tale o grave da impossibilitare il volo? Io credo che potrebbe succedere. Credo che le scatole nere ci diranno la verità.

  17. Giox scrive:

    Giusto, la low cost è l’informazione in Italia.

  18. Alessandro scrive:

    I guasti non vengono ritenuti gravi dal tecnico o dal pilota, esiste una lista di equipaggiamenti indispensabili fornita dal produttore dell’aereo (e approvata da FAA, EASA, …) chiamata MEL (Minimum Equipment List). Se un apparato non figura in quella lista vuol dire che è stato provato che l’aereo può volare senza (eventualmente con eventuali limitazioni).

    Quella lista per non l’ha mica scritta Spanair…
    http://en.wikipedia.org/wiki/Minimum_equipment_list

    Comunque l’ANSV (agenzia nazionale per la sicurezza del volo) si è resa conto dello sciacallaggio giornalistico:
    http://www.ansv.it/It/Detail.asp?ID=1047

  19. allu scrive:

    per me chi nn si informa prima di scrivere non dovrebbe nemmeno criticare qualcosa o qualcuno

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: